Storia

Febbraio 02, 2019

LA NOSTRA STORIA, IL VOSTRO FUTURO!

Con la sentenza n. 120/2018 la Corte Costituzionale ha previsto che anche i militari possono esercitare il diritto all’associazionismo professionale sindacale, poiché l’attuale sistema rappresentativo della Rappresentanza Militare è risultato inadeguato (attività di mera concertazione e non di contrattazione) e distaccato dall’ordinamento nazionale e sovranazionale (operante in seno alle strutture verticistiche militari), oltre che obsoleto (1978).
Nel lontano mese di giugno 2018, dall’idea di un solo militare, all’epoca Primo Maresciallo Giuseppe de FINIS, attuale Segretario Generale Nazionale della Federazione Lavoratori Militari e con il solo supporto dei social network e del passaparola di tanti colleghi è riuscito, con la fortuna delle grandi imprese e dei grandi visionari, a costituire un Team di pionieri insieme ad altri 25 tra colleghi e colleghe, i quali senza mai essersi incontrati prima, ma ispirati semplicemente dagli stessi ideali e valori insiti nella professione di militare, hanno iniziato il difficile percorso di costruzione della odierna Federazione Lavoratori Militari (FLM).
Come per tutte le grandi imprese, che hanno cambiato in maniera determinante il corso della storia evolutiva dell’uomo, non sono mancati, durante le fasi embrionali e costitutive del progetto sindacale militare della FLM, momenti di sconforto propinati da elementi antagonisti, mossi solo da interessi individualistici e molto spesso velleitari e vendicativi o peggio ancora in costante ossequio alle loro posizioni “decubito-prone” ai “diktat” datoriali.
Ciò nonostante, forti della tempra che solo un soldato, leale, fedele, motivato e zelante vanta, gli attuali 14 “Padri Fondatori” facendo appello al genuino e storico cameratismo militare, sono riusciti a dare vita, al primo ed unico modello di sindacato professionale militare intercategoriale nella storia delle Forze Armate e dei Corpi di Polizia ad ordinamento militare italiani, dopo una estenuante attesa di 291 giorni a tutto dispetto dei 180 giorni previsti dall’art. 1038 del TUOM, nei quali non sono mai mancati evidenti atti di ostruzionismo da parte di altre sigle sindacali militari e di ostentata autarchia egemonica da parte del “sistema”.
Il 7 agosto 2019, dopo aver ufficialmente diffidato il Dicastero della Difesa, attraverso l’intervento dei propri professionisti legali, la Federazione Lavoratori Militari – FLM, ha ricevuto il “previsto” assenso ministeriale a firma dell’allora Ministro della Difesa, Dott.sa Elisabetta TRENTA, che ha suggellato ufficialmente l’impegno di difesa e tutela dei diritti e degli interessi, che i padri fondatori avevano assunto nei confronti degli oltre 1200 iscritti sino a quel momento, e che vede oggi il proprio dato associativo, crescere in maniera esponenziale pur in presenza di un’attenta e continua selezione dei propri iscritti curata in maniera cinica e puntuale dal Consiglio Direttivo FLM. Un importante traguardo che ha contribuito nel far innamorare della FLM anche professionisti del mondo civile (legali, psicologi, etc.), incuriositi dal modello sindacale della Federazione Lavoratori Militari, molti dei quali collaborano da oltre 2 anni per la crescita evolutiva della FLM. La presenza, inoltre, nella FLM, di valorosi soldati della nostra amata Patria, come il Luogotenente del Ruolo d’Onore Giampiero MONTI (Medaglia D’argento al Valor Militare), il Luogotenente Carlo MATTANA (Medaglia di Bronzo al Valor Esercito), del Primo Luogotenente Maurizio SILVIOTTI (Vittima del dovere), del Colonnello del Ruolo d’Onore Carlo CALCAGNO, sono un incomparabile valore aggiunto all’unicità della FLM.
La Federazione Lavoratori Militari – FLM è l’unica organizzazione professionale militare intercategoriale a carattere sindacale, rappresentativa delle lavoratrici e lavoratori militari appartenenti alle Forze Armate e Corpi Armati dello Stato ad ordinamento militare (Esercito, Marina, Aeronautica, Carabinieri e Guardia di Finanza) e in attesa della legge sulla sindacalizzazione militare ha previsto nel proprio Statuto di poter rappresentare attraverso i propri Coordinamenti anche gli interessi dei Corpi Ausiliari Militari Italiani quali (Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana, Corpo militare delle Infermiere Volontarie, Corpo militare del Sovrano Ordine di Malta, Corpo dell’Ordinariato militare).
Il tratto distintivo della FLM rispetto ad altre organizzazioni sindacali militari esistenti, è la spasmodica attenzione rivolta al personale femminile militare, per il quale è stato previsto uno specifico Coordinamento del Gender Equality, a tutti i livelli organizzativi. Impegno che ha riscosso un notevole successo se si considera che molte donne militari formano la compagine dirigenziale dell’attuale FLM.
L’obiettivo ispiratore fondamentale della FLM è diventare il più grande e rappresentativo sindacato militare professionale, che si prefigge di tutelare gli interessi e le richieste di ogni singola donna e uomo militare, senza alcun scopo di lucro e senza alcuna distinzione di sesso, di razza, di religione, di opinione politica, di ruolo, ordine e grado militare, di specializzazione, qualifica e contratto lavorativo; stringendo in un unico, solidale e volontario vincolo sindacale, tutte le lavoratrici e i lavoratori militari, mettendo in risalto la dignità ed il rispetto del Cittadino in Armi. Obiettivo che troverà la propria naturale sublimazione nelle attività di partenariato che la FLM ha previsto nel proprio Statuto, di instaurare con Enti, Associazioni, Organizzazioni e Istituzioni politiche, militari e civili, al fine di pontificare le diverse realtà civili e militari e soprattutto riaccendere ovvero piantare nei cuori dei giovani virgulti italiani l’invidiato senso di patriottismo che da secoli rende il Paese Italia, imitato sempre ma eguagliato mai!
“Servire Et Propugnare” è il motto della Federazione Lavoratori Militari (FLM) che spiega con 2 semplici parole l’essenza di essere militari ossia “Servire e Combattere”, intendendo soprattutto il mettersi al servizio dei colleghi in maniera disinteressata e combattere da veri guerrieri per il riconoscimento degli anelati diritti, rispetto e benessere del militare delle rispettive famiglie in tutte le sedi istituzionali, militari, politiche, economiche e giudiziarie nazionali, europee ed internazionali.

Ci onoriamo quotidianamente di essere IMITATI sempre ma MAI EGUAGLIATI dalle altre sigle sindacali militari.

W l’Italia
W le Forze Armate italiane ed i Corpi di Polizia ad Ordinamento Militare italiani
W la Federazione Lavoratori Militari
“Servire Et Propugnare”
“Aiutateci Ad Aiutarvi”

Giuseppe de FINIS
Segretario Generale Nazionale #FLM

Articoli Correlati

Comunicato stampa simposio Oleggio

Comunicato stampa simposio Oleggio

Oleggio 21/12/2019 La sindacalizzazione nel Comparto Difesa inizia a diventare “adolescente”, e come tale chiede, all’Italia “adulta”, spiegazioni, risposte ed impegni chiari, precisi ed immediati, sui fenomeni dei “suicidi in divisa” e “ Mobbing ”....

leggi tutto
Benvenuti in FLM

Benvenuti in FLM

La Federazione Lavoratori Militari (FLM) ha come obiettivo ispiratore fondamentale, l'essere il più grande e rappresentativo sindacato militare, professionale e autonomo delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia ad Ordinamento...

leggi tutto
DVB-T2

DVB-T2

Oggi, in molte regioni d'Italia, comincia lo switch-off del DVB-T per passare alla nuova versione T2. Tutto quello che c'è da sapere, come fare e come vedere se il proprio televisore è adeguato a supportare la nuova versione lo potete trovare in questo articolo

leggi tutto
I militari “No Green Pass”

I militari “No Green Pass”

      I militari “No Green Pass” dopo il lavoro dovranno pagarsi anche il dormire e l'andare in bagno. Dalla mezzanotte di oggi, infatti, scatta il divieto di accesso agli alloggi di servizio per gli utenti militari sprovvisti del biglietto verde (N.B....

leggi tutto

0 commenti

error: Contenuto di proprietà della Federazione Lavoratori Militari - FLM.
Share This