MYANMAR:
DICHIARAZIONE DELLA FEDERAZIONE LAVORATORI MILITARI (FLM)

Aprile 07, 2021

Il Sindacato Professionale Militare “Federazione Lavoratori Militari
(FLM) si unisce alla dichiarazione congiunta dei Capi di Stato
Maggiore della Difesa di Australia, Canada, Danimarca, Germania,
Grecia, Italia, Giappone, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Corea del Sud,
Regno Unito e Stati Uniti.
In qualità di rappresentanti della compagine FLM, condanniamo l’uso
deplorevole della forza letale contro individui disarmati da parte
delle Forze Armate del Myanmar e dei servizi di sicurezza associati.
Un vero militare professionista rispetta le convenzioni internazionali
di condotta ed è responsabile della protezione e difesa dei più deboli,
non di nuocere alle persone che con onore e rispetto deve servire.
Chiediamo a tutto il personale delle Forze Armate del Myanmar di
cessare senza più alcun indugio la violenza armata iniziata nei
confronti del proprio popolo e ad adoperarsi per il pronto ripristino
del rispetto e della credibilità nei confronti della popolazione del
Myanmar, che ha perso a causa delle sue biasimevoli azioni,
ricordando che si combatte per il proprio popolo e giammai contro di
esso.

FEDERAZIONE LAVORATORI MILITARI
Il Consiglio Direttivo Nazionale

Articoli Correlati

0 commenti

error: Contenuto di proprietà della Federazione Lavoratori Militari - FLM.
Share This